Cibi da evitare

Il fatto che voi mangiate certe cose non implica che anche i vostri amici possano farlo. Vi presentiamo un elenco di cibi e bevande da non offrire mai ai cani.

Alcol

Le bevande alcoliche e i cibi contenenti alcol possono causare vomito, diarrea, perdita di coordinazione, depressione del sistema nervoso centrale, difficoltà respiratorie, tremori, anomalie nell’acidità del sangue, coma e, perfino, la morte.

Avocado

Le foglie, i frutti, i semi e la corteccia dell’avocado contengono persina, una sostanza che può causare vomito e diarrea nei cani. Uccelli e roditori sono particolarmente sensibili all’avvelenamento da avocado e possono sviluppare congestione, difficoltà di respirazione e accumulo di liquidi intorno al cuore. In alcuni casi, l’ingestione può essere fatale.

Noci di macadamia

Le noci di macadamia vengono comunemente utilizzate in molti tipi di biscotti e dolciumi. L’assunzione di queste noci ha causato nei cani debolezza, depressione, vomito, tremori e ipertermia. I sintomi appaiono, in genere, entro 12 ore dall’ingestione e durano all’incirca 12-48 ore.

Uva e uva passa

Questo tipo di frutta può causare insufficienza renale. Nei cani che già presentano problemi di salute, questi possono peggiorare.

Impasti lievitati

Gli impasti contenenti lievito possono crescere e causare accumuli di gas nel sistema digestivo del cane. Questo può causare dolori, oltre al rischio di lacerazioni dello stomaco o dell’intestino. Dal momento che i rischi si riducono dopo la cottura dell’impasto e il completamento della lievitazione, è possibile dare ai cani qualche pezzetto di pane come ricompensa. Tuttavia, è opportuno che questi bocconcini non rappresentino più del 5-10% sul totale giornaliero delle calorie assunte dall’animale.

Xilitolo

Lo xilitolo viene impiegato come dolcificante in molti prodotti, tra cui gomme, caramelle, prodotti da forno e dentifrici. In molte specie, può provocare la produzione di insulina, che può condurre a insufficienze epatiche. L’aumento di insulina causa ipoglicemia (bassi livelli di zucchero nel sangue). I segni di tossicosi includono vomito, letargia, perdita di coordinazione e, perfino, convulsioni. Entro alcuni giorni, si riscontrano insufficienza epatica e un livello elevato di enzimi epatici.

Cipolle, aglio, erba cipollina

Queste verdure ed erbe aromatiche possono causare irritazione gastrointestinale e danni ai globuli rossi. Sebbene i gatti siano più sensibili, anche i cani sono a rischio se ne consumano una grande quantità. La tossicità viene, di norma, diagnosticata attraverso l’anamnesi, i sintomi clinici e la conferma microscopica della presenza di corpi di Heinz. È alquanto improbabile che piccole dosi occasionali, come quelle presenti nel cibo o nei bocconcini per animali, causino problemi; tuttavia, è consigliabile non somministrare agli animali questi alimenti in grande quantità.

Sale

Grandi quantità di sale causano negli animali sete e minzione eccessiva, fino al potenziale avvelenamento. I sintomi dell’ingestione eccessiva di cibi salati da parte del cane includono vomito, diarrea, depressione, tremori, temperatura corporea elevata, convulsioni e, perfino, la morte.

Cioccolato

Il cioccolato è dannoso per i cani; di fatto, i veterinari lo considerano un veleno. Il cioccolato contiene teobromina, sostanza stimolante del sistema nervoso centrale, che può causare convulsioni, minzione eccessiva (con conseguente disidratazione) e danni cardiaci. Più il cioccolato è scuro, maggiore è il suo contenuto di teobromina. Il cioccolato al latte è meno tossico del cioccolato fondente che, a sua volta, è meno tossico del cioccolato puro. I sintomi di intossicazione da cioccolato includono vomito, diarrea, iperattività, spasmi muscolari e convulsioni. Si tratta di un’emergenza veterinaria che richiede assistenza e terapie immediate.

Altri cibi pericolosi

Rivolgetevi al vostro veterinario per conoscere i motivi per cui alcuni alimenti sono controindicati e/o pericolosi per i vostri animali. Si tratta di una questione estremamente importante.